I colori della percezione umana

Una foto di un vestito portato quasi due decenni fa da Monika Lewinsky ha aperto nuovamente il lungo dibattito sulla percezione del nostro cervello e la relativa soggetività umana.

Schermata 2015-03-04 alle 14.59.26

Qualche studioso aveva anche affermato che la materia é fondamentalmente inconoscibile alla scienza.

Ma partiamo con ordine. Cosa ha scatenato nei media tanto interesse per il colore di un vestito? Il dato di fatto é che quasi metà della popolazione vede un vestito (che di fatto é) nero e blu, come oro e bianco. L’altra meta lo vede correttamente nero e blu.

Non c’e nessun segreto o tranello da svelare. Di fatto la spiegazione é che la foto del vestito cade propio nella soglia tra due diverse interpretazioni celebrali, ricordandoci che il nostro cervello percepisce ed interpreta e non si é sviluppato per vedere ‘l’assoluto’ ( la realtà come di fatto é).
Esso vede solo le cose in un modo che, per qualunque sia la ragione, é stato utile nel passato per sopravvivere.
Ma il cervello usa anche la nostra storia recente. Ad esempio  osservare un colore verde luminoso per qualche minuto e poi distogliere lo sguardo e chiudere gli occhi, lascia un’immagine rossa impressa. Quindi cio che si osserva precedentemente altera i colori degli oggetti successivi.

La questione diventa ancor piu interessante se si considera che anche lo stato emotivo ha un effetto sulla percezione.
Dr. Beau Lotto, neuroscienziato all’University College di Londra,  afferma che le persone che si sentono meno potenti sono piu inclini alla visione di illusioni. Queste ultime tendono anche ad essere piu ingenue. E questa potrebbe essere una cattiva notizia per chi vede il vestito bianco ed oro.

Posted in lifestyle, Trend.

Lascia un commento